domenica 27 aprile 2014

Senza titolo

A ciò che non sono appartengo.
Come al silenzio, una voce...
Come al buio, una luce...
L' antico dilemma giganteggia
su tutte le cose del mondo.
Di queste, tu sei ciò che più mi appartiene!
Come al silenzio, una voce...
Come al buio, una luce...
Come al nulla, l' amore.

(Inedita)

domenica 19 gennaio 2014

Mare

(Vernacolo napoletano)

M' abbandunass' a te completamente!
comme nu ninno 'nsino a mamma soja...
Sperdenneme 'ncopp' all' onne senza tiempo
addò luntano tu cuse vita e morte
cu nu ricamo fatto a filo 'e viento.
E' vierno ca me 'nchiov' a chiste suonne!
Ccà amaro scorre 'o friddo dint' 'e vene
e smanio 'e ghì cchiù 'nfunno, addò annascunne
'e gioie che scippaste a chistu cielo.
So' blu, de sole, luna e mille stelle!
Hoi mare! 'E carizze che m' he fatto...
Gulìo d' o ssale tujo 'ncopp' a sta pelle!

(Inedita)

giovedì 2 gennaio 2014

Navigante

Le nubi rasentano la superficie del mare
d' un tratto, nel vento, minacciose lingue
plumbee, dall' alto si stagliano contro le onde.
Più lontano, però, tenui bagliori resistono
in una sottile linea di luce
che, pallida, gli occhi viene a cercarmi.
C' è burrasca, ma non nel mio cuore...
Con le tenebre, lucidi più non saranno i pensieri.
Saranno i sogni a guidarmi per la rotta tracciata.
Avanti a vele spiegate!

(Inedita)

venerdì 22 novembre 2013

Due poveri felici

Erano giorni pieni di sole
e di notti stellate...
Non avevamo grandi cose
e non le cercavamo.
C' erano le mie carezze
ed i tuoi lunghi sospiri nel vento
a blandire il canto del mare...
Tu bevevi i miei baci
ed io mangiavo i tuoi occhi.
Vivevamo lo stesso sogno.
Sognavamo quel cielo che ci fece incontrare.

(Inedita)

venerdì 25 ottobre 2013

Senza titolo

E così ci perdemmo di vista,
con un "Ciao, ci sentiamo presto!".
E poi più nulla.
Come il nulla che si fonda sulle parole...
O di quello che, nel silenzio, tutto contiene.

(Inedita)

domenica 29 settembre 2013

Misticismo III

Se avrai il tempo...
Non cercarmi tra le mie parole
o tra le foto...
Cercami nella tua voce, nelle tue mani
e mi troverai, lo giuro!
Non è avere il - fare -
Non è ricordare - l'essere -
Se hai tempo
fermati a contemplare le stelle
o un tramonto...
Mi vedi...?
Sentimi! Sono qui...
Non è pensare - il sentire -
non è guardare - il vedere -

Da "Sguardi" (Guida Editore 2010)

domenica 8 settembre 2013

Tutto tace

Il silenzio ricopre il tuo corpo nudo
come un fresco lenzuolo.
Tutto tace.
A quest' ora la notte ti porterà sogni quieti.
Io sono sveglio e resto rapito a guardarti...
Ci sono ancora stelle per me, a fare rumore
dondolandosi -fluttuanti- sui tuoi placidi respiri.

(Inedita)

mercoledì 7 agosto 2013

Conservami

Conservami così, cara amica
con un ricordo...
Come l'erba del cortile che lasciasti da bambina
che non c'è più.
Ma ce n'è ovunque sparsa intorno
ove sovente i tuoi occhi si posano
a volte distratti, a volte felici.
Ovunque qui intorno è casa tua.
Dovunque il tuo sguardo si fermi
a donare la luce viva della tua vita.
Conservami così, cara amica mia
tra i tuoi ricordi, dove mi vedesti partire...
e dove ora mi vedi far ritorno.

Da "Sguardi" (Guida Editore 2010)


venerdì 2 agosto 2013

Per un sospiro

Per questo
per tutto ciò che ho sciupato...
Perchè nel buio il dubbio fuga se stesso.
Per dare un senso alla fine.
Mi condurrò sino alla tua voce 
per un solo sospiro, straziante
come una morte  che resta in agguato 
al lembo di un bagliore...
Amore?
Ma quanto amore è racchiuso in un solo pensiero?
E' bramosia!
E' il sogno di vedere due tatti incontrarsi
scivolando sui percorsi sinuosi dei corpi palpitanti
a scavarsi un solco, dimora e prigione
nel fluido aroma dell'eternità
che tace, incolpevole...
Ma non nega dissensi.

Da "Sguardi" (Guida Editore 2010)

martedì 23 luglio 2013

Nei giardini di marzo

Così tanto vigore in vuote parole...
Ma dov'è il vostro cuore?
Voi che la nudità mercanteggiate
alla luce del giorno...
Se non è già affogato in quell'avido mare
che annega ogni più labile speranza
di sicuro è in preda agli spasmi
tra le spire del serpente che venerate.
E' ora che scenda la sera
qui,dove a lungo ha brillato la luce del sole...
E' giusto che il buio ricopra tale mesta pochezza
d'amore e virtù, di passioni e d'ingegno.
E' afono il vostro urlo!
Solo un vecchio poeta si desta e lo coglie
nel suono sottile di petali al vento.

(Inedita)



domenica 23 giugno 2013

Perpetue visioni

Su piani instabili brillano sinuose
le nostre esistenze...
E un dì, ancora, le vedremo come stelle
lanciarsi nel vorticoso andar dell'assoluto
avvolte da scaglie di fuoco, di pioggia
e di silenzio...

Da "Tra il mare e il cielo" (Il Filo 2006)

venerdì 14 giugno 2013

Semplicità

(Vernacolo napoletano)

ddoie gocce d'acqua
se 'ncontrano, s' ammescano
so' tale e quale...
Song' una cosa!
Nuie uommene, pe' vizio o pe' natura
nun 'a tenimmo sta virtù
facimmo  spisso 'a guerra, inultimente...
Ci manca la semplicità!
Eppure, nun v'annasconno
ca 'e vvote 'ncopp' a sta faccella
'a sento scennere, scurnosa e sulitaria
na lagrema sincera
che và a  'ncuntrà, furtivamente
n'ata lagremella...

(Inedita)

domenica 19 maggio 2013

Sguarde...

(Vernacolo napoletano)

Venenno all'uocchie mieie, sti sguarde accussì bbelle
vutannese sincere, cchiù spisso, a parte 'e ccà
me l'hanno fatto sentere, ch'areto a sti ddoie stelle
ce sta 'na ronna overa, 'na ronna, ma chi sa...
Chi sa si l'ommo suio l'avesse già perduta...
O pure 'nmpietto, p'isso, le struje 'o ffuoco ardente?
Chi sa cu qua' furtune sta vita l'ha vestuta...
Una cosa è certa, ch'è bbella overamente!
Signora scunusciuta, m'avite affatturato...
Bellezze comm'a vuie nne vecarraggio cchiù!
Ve tengo 'int' 'e penziere, e senza dirlo all'ate...
Me sonno ca ve vaso e ca ve rong' 'o tu.

(Inedita)


domenica 12 maggio 2013

'A casalinga

(Vernacolo napoletano)

Suspiranno 'e vvote p' 'a stanchezza
le passano p' 'a capa fantasie...
Ca quase pare ha perz' ogne certezza!
Ma è p' 'a fatica e no pe' bramusia.

'E ghì luntano all'intrasatta nu gulìo
pe' scappà da na guerra quotidiana...
Ca in ogne casa,comme a casa mia
sarrìa perduta senza chelli mmane!

Chille mumente ch' 'a piglian' accussì
a chi 'e nuie nun so' maie venute?!
Ca cchiù 'e na vota,chesto v' 'o ddic' io...
Pure na santa 'a fede ll' ha perduta!

Ma ll' abbasta p' apparà 'a jurnata
ca rientranno 'a sera,finalmente...
Cu nu vaso,nu surriso o na guardata
'o marito le faccia 'o cumplimento.

Campa p' isso,è tutta p' 'a famiglia!
Chisto è 'o destino,è chello c' ha vuluto...
Nisciuno 'a pava,stipennio nu' nne piglia!
Chello che fà però nn'è maie perduto!

Cu 'a sustanza 'e sei categurie...
Pe' ll'arta soia giurnale nun jesce!
'A casalinga ll'ha criata Dio!
Facette 'o munno,l'ommo...
E chi s' 'o cresce!

Da "Sguardi" (Guida Editore 2010) 
finalista con menzione di merito ad uno dei pochi concorsi ai quali ho partecipato.



sabato 4 maggio 2013

Crepuscolare immensità

Incantevole evanescenza
nella tenue luce dell'imbrunire
ove il giorno volge alla sera...
Così sublime è la tua presenza!
Tu vedi il mio tormento sul finire
porgendo alle mie mani una chimera...
Sicchè la voce si fa canto
il racconto si fa poesia...
Che vide -musa- l'oro dei tuoi capelli
e la smeralda luce dei tuoi occhi
così vibranti,profondi e belli.
Tu rendi il cuore mio forte
innamorato...
Nella tua candida carezza.
Oh amor,sin qui disìo
tu amor tanto bramato...
Or qui e per sempre amore mio.

Da "Tra il mare e il cielo" (Il Filo 2006)


mercoledì 1 maggio 2013

Ad un'amica, alla sua terra...

Indolente
nell'audace passione di vivere...
Sprofondi il tuo sguardo
tra le gioie e le rovine del mondo.
Terra lontana,di sponde oceaniche
che non conosco...
Arrivi sin qui!
Con passi confortati da un sole più caldo
al ritmo d'una musica nuova...
Vivace malinconia,sei amica da sempre!
Compagna di attimi.
Brasile...

Da "Sguardi" (Guida Editore 2010)


venerdì 26 aprile 2013

'A cumpagna mia

(Vernacolo napoletano)

'A notte è nu penziero
ca se perde dint'a dduie uocchie nire...
stanotte, è nu suspiro 'e luna
ca s' ammesca co' viento 'e primmavera!
'A notte è scura scura
pe' chille ca so' nate ajere...
Ma pe' chi nun tene cchiù paura
pecchè n'ha viste tante
'a notte è na fenesta ca s' arape
ncopp' 'e cose overe...
'A notte è 'a cumpagnia 'e chi nun pò durmì!
'Sta notte è fantasia
è nu veleno doce ca m'accire chiano chiano
ma nun me fa murì...

(Inedita)

venerdì 12 aprile 2013

Senza specchio

In certe comode posizioni,tra facili lusinghe
che lo negano a priori
il sentimento mio non prenderà posto.
Perchè sempre intrepido è l'amore...
Tanto più è forte,quanto più arde l'anima.

Da "Tra il mare e il cielo" (Il Filo 2006)

giovedì 11 aprile 2013

Nel ricordo d'uno sguardo

Così seguo i rivoli d'un torrente di montagna
in un pomeriggio caldo,d'estate...
L'acqua,dal sole resa d'argento,a tratti m'abbaglia
e scorre lontano...
I tuoi occhi distanti dirigono i miei pensieri
come la corrente trascina il mio sguardo incantato...

Da "Tra il mare e il cielo" (Il Filo 2006)


mercoledì 10 aprile 2013

A cunte fatte

(Vernacolo napoletano)

Ch’arraggiunammo a ffà,parole ‘o viento!
Po’ tutte se ne fanno na ragione...
Accussì funziona,chi adda campà ‘e stiente
e a fottere ce penza chi è ‘mbruglione!

Pe’ chille comm’ a me,co’ core aller’
filosofia di strata sa ‘ddò va...
Nun sgarra maie e spicceca sincera
ddoie-tre parole,che sanno ‘e verità.

Chi avuto ha avuto,chi ha dato ha dato...
Chi maie ha ‘rrubbato nun pò ‘ngrassà!
Dall’alto c’è chi dice “Sfurtunate...”
e intanto ‘a gente onesta se nne va.

(Inedita)

giovedì 28 marzo 2013

Senza titolo

E' il luogo dove cadono le vuote parole
precipitando come pesanti cimeli
di epoche dai fasti dimenticati,
sepolte come spoglie mortali
dalla terra dei camposanti.
E' il gelo, l'assenza, la negazione
l'illogicità, il buio profondo, l'oscurità,
ove si ode il suo divenire...
E' il silenzio, a cui tutto appartiene.
Che giunge di notte a ridestarmi.

(Inedita)

lunedì 12 novembre 2012

Perle

In incolpevoli evasioni
affoga la bramosia il sognatore,
che non sa temer l'incerta sorte...
Lui che delle umani virtù è ambasciatore.
Così son io, lo sguardo triste e un'aria fiera...
So amar la vita, accompagnandola alla -di lei- morte.
Lasciando al posto suo, con le parole,
un sogno in più, per chi oserà bramar l'amore...

Da "Tra il mare e il cielo" (Il Filo 2006)